Inseguimento e fermo di alcuni rumeni all'Annunziata

1' di lettura 14/09/2013 - Inseguimento e fermo nel primo pomeriggio di oggi al Lido e più precisamente nel quartiere Annunziata. Il tutto è accaduto nella tarda mattinata, all’ora di pranzo.

I carabinieri della Compagnia di Giulianova hanno avuto una segnalazione della presenza in città di una vettura Opel Astra di colore nero, utilizzata per nascondere la refurtiva, con tre giovani a bordo affiancati da uno scooterone-vedetta di grossa cilindrata, risultato rubato nella notte a Roseto degli Abruzzi, impiegato come supporto in avanscoperta alla banda.

I mezzi hanno percorso più volte alcuni tratti di strada. I militari, alcuni in borghese, hanno iniziato un vero e proprio inseguimento per le vie del quartiere e l’operazione si è conclusa nel giro si poco tempo.

Proprio su via Annunziata, all’incrocio con via Lombardi, lo scooter dei malviventi è stato intercettato e bloccato da una pattuglia dei carabinieri ed immediatamente dopo è stata fermata la Opel Astra dei complici.

All’interno dell’autovettura sono stati trovati diversi zaini riempiti con refurtiva proveniente da alcuni colpi messi a segno nella notte a Roseto degli Abruzzi. Proprio dalla cittadina confinante è partita la segnalazione che ha consentito di individuare i veicoli.

I quattro fermati sono stati condotti nella caserma dei carabinieri di Giulianova e rilasciati dopo alcune ore. Gli stessi, che saranno denunciati a piede libero e processati, sono risultati cittadini rumeni.

La refurtiva trovata in loro possesso, oltre allo scooter, è stata restituita ai legittimi proprietari. Sembrerebbe che la banda di rumeni, operativa da qualche giorno sulla costa teramana, stesse preparando il terreno per mettere a segno dei colpi anche a Giulianova.






Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2013 alle 19:02 sul giornale del 16 settembre 2013 - 1126 letture

In questo articolo si parla di Alfonso Aloisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RLo