Denunciati due napoletani: chiedevano offerte per onlus inesistente

1' di lettura 26/09/2013 - Agenti della Volante, nella giornata di ieri, sono intervenuti nella frazione teramana di San Nicolò al Tordino a seguito di alcune segnalazioni relative a due persone sospette intente a chiedere offerte per finanziare un’organizzazione onlus avente sede a Napoli.

Quando gli uomini della Polizia hanno rintracciato i presunti “volontari” mentre erano impegnati nella singolare raccolta fondi, gli stessi sono stati trovati in possesso di appositi tesserini di riconoscimento fasulli, moduli su carta intestata per il reperimento dei contributi e materiale informativo, anche questo taroccato, della associazione Onlus di assistenza Disabili Infanzia Cronici.

La coppia di persone è stata identificata: entrambi residenti in Campania. Ulteriori accertamenti hanno consentito di verificare che a loro carico esistevano già dei precedenti specifici per truffa con l'obiettivo della raccolta di denaro per conto di altre associazioni Onlus.

Ulteriori indagini sono state approfondite con la collaborazione dell'Agenzia delle Entrate. E' stato così possibile venire a conoscenza del fatto che la presunta Onlus denominata U.N.A.D.I.C. non è risultata ricompresa tra gli Enti di volontariato censiti nell'apposito Registro Regionale della Regione Campania, nonché tra le associazioni di volontariato ammesse al beneficio del 5/per mille.

I due giovani sono stati quindi indagati in stato di libertà per truffa e allontanati da Teramo con Foglio di Via Obbligatorio.






Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2013 alle 12:33 sul giornale del 27 settembre 2013 - 704 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alfonso Aloisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/SgO