Roseto degli Abruzzi: Imu aliquote base per privati ed attività produttive

1' di lettura 02/10/2013 - Impegno assunto dall'Amministrazione omunale nel corso di una manifestazione organizzata in città dalla Cna regionale.

Ieri in occasione della giornata di protesta "Per non morire di Imu", manifestazione organizzata dalla Cna regionale per sottolineare il disagio e la rabbia delle piccole imprese nei confronti di una tassa che colpisce duramente i bilanci aziendali, il sindaco Enio Pavone, insieme al vicesindaco e assessore al Bilancio, Alfonso Montese, ha incontrato in un gazebo della confederazione artigiana regionale allestito davanti al Municipio, il presidente provinciale della Cna, Gianfredo De Santis, e il direttore provinciale Gloriano Lanciotti.

Il sindaco e il suo vice hanno fatto presente che il Comune di Roseto è tra le poche amministrazioni in Abruzzo ad aver mantenuto l'aliquota Imu al minimo stabilito dalla legge: in particolare, per le attività produttive, sul territorio comunale è applicata l'aliquota base, pari al 7,6 per mille.

"Questo - evidenzia il primo cittadino - ha significato minori tasse per i cittadini e le imprese, ma anche minori disponibilità finanziarie per realizzare interventi sul territorio. La tutela delle attività produttive è una priorità fondamentale per la salvaguardia occupazionale, pertanto, nei limiti delle nostre possibilità, cerchiamo di essere vicini alle imprese".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2013 alle 11:35 sul giornale del 03 ottobre 2013 - 1712 letture

In questo articolo si parla di politica, Comune di Roseto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/SwX