Scoppia la 'guerra dei Santi' dopo la retrocessione di San Flaviano

1' di lettura 07/10/2013 - Il vescovo decide: torna come festività religiosa e civile quella del 22 aprile, giorno dedicato alla Madonna dello Splendore.

Il vescovo di Teramo-Atri mons Michele Seccia ha fatto pervenire al sindaco Mastromauro, e per conoscenza ai parroci di Giulianova, una missiva ufficiale nella quale, a seguito di una serie di incontri con il clero di Giulianova, ha comunicato come giorno festivo non sarà più il 24 novembre, data che comunque rimarrà come festa liturgica dedicata a San Flaviano, ma tornerà ad essere quello del 22 aprile, in coincidenza della festa sacra e popolare in onore della Madonna dello Splendore.

(N.d.r./a.a.): Tutto questo ovviamente non poteva passare sotto silenzio nella schiera di coloro che si sono sempre battuti per il Santo venuto dall'oriente. Il presidente del Comitato per San Flaviano non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

Infatti, Flaviano Di Giosafat si è così espresso: "Sulla vicenda non rilascio per ora dichiarazioni. Ho riunito d'urgenza il Comitato per questa sera alle ore 21 nella sede di via delle Scale, 11 per esaminare le decisioni assunte dal vescovo. Seguirà naturalemente una conferenza stampa o un comunicato stampa".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2013 alle 14:15 sul giornale del 08 ottobre 2013 - 719 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulianova, Comune di Giulianova

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/SKp