Notaresco: l'Amministrazione: 'Reperti archeologici non sono cadaveri. Stiamo Lavorando'

2' di lettura 04/12/2013 - Pur se l’esimio architetto Luigi Formicone si presenta e si firma, scrivendo al Comune, quale Responsabile del Museo “R. Romualdi”, ad onor di certezza e trasparenza va detto che non esiste alcun atto amministrativo, di indirizzo politico e/o di carattere tecnico, che lo individui come tale.

Infatti, dopo la data del 31.12.2012, epoca in cui è scaduto l'affidamento, senza peraltro essere rinnovato, la gestione del Museo Civico di Notaresco non ha più un 'responsabile' in senso stretto..

Difatti, in un’ottica di riorganizzazione generale dei servizi e degli uffici e a tutela dell’immenso patrimonio nel Museo conservato, l’Amministrazione, insediatasi nel maggio 2013, ha inteso operare attraverso gli uffici competenti le verifiche del caso.

Sono oggetto di esame lo stato dell’immobile, le convenzioni eventualmente stipulate con Enti sovraordinati, le modalità di gestione/conduzione, la fruizione, da regolamentare necessariamente, e, non ultima, l’individuazione di modalità per rilanciare il Museo stesso, anche e soprattutto in un’ottica di ricerca fondi a carattere nazionale e sovranazionale, stanti la nota carenza di risorse di cui gli Enti locali dispongono, e la necessità di iscrivere il Museo medesimo in un
circuito di fruizione di più ampio respiro.

Pertanto è allo studio la materia regolamentare, da attuarsi di concerto con la competente Sovrintendenza, ed è in atto una verifica sullo stato dell’immobile ospitante (come del resto su tutti gli immobili del patrimonio comunale) in termini di sicurezza, efficienza impiantistica ed adempimenti periodici in materia.
A riprova di quanto gli Uffici preposti si occupino del Museo e della collezione ivi contenuta, esiste un recentissimo verbale in somma urgenza (14.11.2013), a mezzo del quale si è intervenuti, a tutela della collezione, ripristinando la funzionalità del lucernaio che, in seguito alla furia di una recente alluvione, consentiva l’ingresso di notevoli infiltrazioni, a danno del patrimonio architettonico e archeologico.

In questo Paese operare mettendo ordine e codificando regole è azione difficile, spesso osteggiata e sempre strumentalizzata, ma non intendiamo prestarci a questo!
Il Museo ad oggi, (e sin dalla data del primo gennaio 2013), non ha un Responsabile Tecnico nominato dal Comune, né, tantomeno, un Comitato Tecnico Scientifico operativo, non ha un Regolamento ed è oggetto di verifica manutentiva in ordine alla fruizione in totale sicurezza.

Nel ribadire che il Museo Civico “R. Romualdi” di Notaresco rappresenta una risorsa da valorizzare e rilanciare, e che è intenzione dell’Amministrazione procedere in tal senso, è con assoluto senso di responsabilità che riteniamo sia necessario provvedere nel merito e che sia utile farlo informando correttamente la collettività.

Il responsabile dell’Area Gestione del Territorio
Arch. Vincenza Cinzia Nicoletta CARBONE

L’Assessore alla Cultura
Sig.ra Antonina SPEZIALE

L’Assessore ai Lavori Pubblici e alle Attività Manutentive
Sig. Antonio DI GIANVITTORIO


da Comune di Notaresco
www.comune.notaresco.te.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2013 alle 18:06 sul giornale del 05 dicembre 2013 - 731 letture

In questo articolo si parla di cultura, Abruzzo, teramo, Comune di Notaresco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Vva