Bellante: chiusa azienda imballaggi con lavoratori cinesi non in regola

1' di lettura 05/12/2013 - Controlli congiunti da parte di unità della Questura - Ufficio Immigrazione, della ASL di Teramo Dipartimento del lavoro – Servizio di Tutela della Salute nei luoghi di lavoro e funzionari della Direzione Provinciale del Lavoro in un locale di Bellante adibito.

Nell’ambito dell’attività di controllo congiunta, agenti della Questura - Ufficio Immigrazione, personale della ASL di Teramo Dipartimento del lavoro – Servizio di Tutela della Salute nei luoghi di lavoro e funzionari della Direzione Provinciale del Lavoro di Teramo, hanno effettuato un controllo ispettivo all'interno di un locale adibito ad opificio, subicato nel nucleo artigianale di Bellante (TE), con attività di produzione di imballaggi.

Dagli accertamenti eseguiti è stata accertata la presenza di cinque lavoratori di nazionalità cinese. Due di questi, intenti a svolgere le proprie mansioni lavorative, sono risultati sprovvisti del regolare contratto di lavoro.

Sulla scorta di quanto verificato, sono state comminate le previste sanzioni di legge con sospensione dell’attività lavorativa e produttiva della ditta fino alla completa regolarizzazione della manodopera presente.

Il personale della ASL, avendo poi riscontrato alcune irregolarità, ha proceduto alla redazione dei verbali ai sensi del D.Lgs. 80/08 impartendo le relative prescrizioni da attuarsi entro il termine di 30 giorni.

L’attività di controllo congiunta proseguirà anche nei prossimi giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 05-12-2013 alle 13:21 sul giornale del 06 dicembre 2013 - 744 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alfonso Aloisi, bellante, teramo, abruzzo, chiusura azienda imballaggi, lavoratori cinesi non in regola, contratto di lavoro, questura di teramo, asl, direzione provinciale del lavoro,

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VxY