Tarsu: Progresso Giuliese chiede rateizzazione fino ad aprile

3' di lettura 12/12/2013 - Tarsu: l’Amministrazione comunale continua a non interessarsi delle esigenze dei suoi cittadini e fa orecchie da mercante.

“Rateizzate le bollette Tarsu almeno fino ad Aprile o manifesteremo insieme ai cittadini che chiedono di essere ascoltati”.

Questo il monito di Progresso Giuliese che interviene sull’invio delle bollette Tarsu contenenti il saldo 2013 che in questi giorni (prefestivi stanno arrivando nelle case dei giuliesi).

Già in merito alla determinazione delle rate e delle scadenze di versamento per l'anno 2013, e la notizia dell’ aumento del 0,30 euro a mq. nell'ultima rata con scadenza al 31/12/2013, maggiorazione di cui all'art. 14, comma 13, D.L. 201/2011, Progresso Giuliese aveva fatto sentire il proprio dissenso pubblicamente e nei Consigli Comunali.

Già allora, nessuna comunicazione preventiva, nessuna commissione di bilancio indetta per discutere il regolamento del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, nessuna risposta.

Tutto, venne comunicato in sordina, nella speranza evidentemente, che tutto passasse nel silenzio più assoluto e che i cittadini si accorgessero dell’aumento solo nel momento del pagamento.

A quegli attacchi da parte nostra - dall’Amministrazione definiti strumentali – oggi bisognerà rispondere direttamente ai tanti cittadini che continuano a telefonare, a lamentarsi, in attesa di risposta.

Ci piacerebbe, proseguono i consiglieri, sapere se il Sindaco Mastromauro, il Vice Filipponi e l’ass. Vanni in particolare, risponderanno nella stessa maniera ai giuliesi.

Oggi quel silenzio è diventato ancor più assordante laddove si consideri che i fatti hanno dato ragione a Progresso Giuliese.

Meno assordanti sono e saranno le innumerevoli grida di protesta da parte di cittadini che si sono visti recapitare bollette di pagamento Tarsu da effettuare in parte entro tre quattro giorni (16.12.2013) ed in parte entro il 31.01.2014.

Vorremmo sentire quali giustificazioni verranno fornite in particolare dal Sindaco, dal Vice Sindaco Filipponi e dall’Assessore Loris Vanni che si erano impegnati in Consiglio ad ascoltare le nostre richieste a favore dei cittadini, diventati ormai un bersaglio quotidiano.

Grazie all’impegno riconosciuto nell’ effettuare al meglio la raccolta differenziata porta a porta, i cittadini hanno ricevuto in premio il forte aumento della Tarsu e non hanno meritato neppure la rateizzazione in 4 rate fino al 30 aprile.

L’Amministrazione dimentica che le famiglie già in difficoltà, entro gennaio avranno ulteriori ed enormi problemi di liquidità: Pagamento del mutuo, canone rai, Assicurazione e bollo auto, prima fattura del Gas metano ed altro ancora.

Progresso Giuliese torna a chiedere all’amministrazione Comunale, che avrebbe dovuto diminuire i costi della raccolta e smaltimento ed invece nell’arco di sei anni li ha addirittura raddoppiati …... la rateizzazione del pagamento fino al 30 aprile 2014.

Altrimenti, conclude Progresso Giuliese accompagneremo i cittadini insieme alle altre forze politiche che vorranno aderire, nella manifestazione di marcia verso il comune dimostrando che sono tante le voci di dissenso sull’operato di questa Amministrazione.

Se l’Amministrazione non è in grado neppure di effettuare una semplice rateizzazione, farebbe bene a Dimettersi e tornare a casa!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2013 alle 20:45 sul giornale del 13 dicembre 2013 - 725 letture

In questo articolo si parla di politica, giulianova, Progresso Giuliese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VV6