Roseto degli Abruzzi: stop a nuove autorizzazioni ad ambulanti sul demanio

2' di lettura 13/12/2013 - Per il 2014 nessuna nuova autorizzazione per il commercio ambulante sul demanio marittimo.

Nel corso dell'incontro svoltosi oggi in Comune con le associazioni di categoria, concordate misure di contrasto al fenomeno dell'abusivismo in spiaggia

Si è svolta oggi in Comune una riunione con la locale associazione Balneatori, presieduta da Bruno Pierandozzi, l'Adusbef, rappresentata da Luciano Scaramazza e Confcommercio, referente Lina Polisini, per regolamentare le attività commerciali sulle aree demaniali marittime.

Presenti per l'Amministrazione il sindaco, Enio Pavone, il segretario generale dell'Ente, Vincenzo Benassai, il responsabile dell'Ufficio Commercio, Giuseppe Vallese, e Daniele Vallonchini dell'Ufficio Demanio.

Nel corso dell'incontro, si è deciso di non concedere alcuna nuova autorizzazione per l'anno 2014 per il commercio ambulante sul demanio marittimo.

I rappresentanti delle associazioni commercianti, balneatori e consumatori hanno sollecitato, inoltre, interventi più mirati e incisivi per contrastare il commercio abusivo in spiaggia, facendo presente che il fenomeno costituisce concorrenza sleale e colpisce duramente gli operatori locali tenuti, invece, a rispettare tutta una serie di adempimenti in materia fiscale, igienico-sanitaria ecc.

"Da parte dell'amministrazione e del sottoscritto - dichiara il sindaco Enio Pavone - c'è l'impegno a convocare le parti ad un nuovo tavolo, in programma nel prossimo mese di febbraio, per pianificare e coordinare una serie di interventi, tra cui le necessarie iniziative di sensibilizzazione dei cittadini, affinché nella prossima stagione balneare il fenomeno del commercio abusivo in spiaggia possa essere efficacemente circoscritto ed eliminato. Come avviene in altri centri balneari, tra i quali Rimini, la nostra idea - prosegue il primo cittadino - è quella di attivare una collaborazione tra pubblica amministrazione e operatori per effettuare servizi di controllo e vigilanza privata sulle spiagge, sin dalle prime ore del mattino, al fine di verificare i punti di smistamento delle merci vendute illegalmente".

Come già fatto per altri settori, inoltre, l'Amministrazione intende programmare delle iniziative di educazione alla legalità rivolte ai consumatori, per dissuaderli dall'acquisto di prodotti venduti illegalmente e di merci contraffatte, che mettono in crisi l'intera filiera di produzione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-12-2013 alle 16:40 sul giornale del 14 dicembre 2013 - 831 letture

In questo articolo si parla di economia, Comune di Roseto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VZy