Associazione 'Gente in Comune' si presenta alla Città

3' di lettura 25/01/2014 - Più che soddisfacente la ‘prima’ dell’Associazione “Gente in Comune”, nata a settembre del 2013, che ha scelto la giornata di oggi sabato 25 gennaio 2014 per scrivere il proprio esordio pubblico.

La sala del Caffè de’ Baroni di Giulianova era completamente affollata, anzi qualcuno si è dovuto accontentare di un posto in piedi. In tre al tavolo dei relatori: Nino Bertoni (presidente dell’Associazione), Raffaele Di Marcello (coagulatore ed estensore delle linee programmatiche del gruppo) e Luciano Cera (professionista in campo.ingegnerestico).

Defilato l’ex assessore Roberto Mastrilli che ha preferito restare tra il pubblico. Le prime parole sono state di Nino Bertoni che ha subito affermato: “Dall’attuale crisi della società si può uscire mettendo in campo valori etici e morali".

"Per questo motivo non temiamo le scelte impopolari che vanno nella direzione della rettitudine. Abbiamo paura piuttosto dele azioni di disonestà ed eventualmente corrotte e delle notizie false messo in circolazione ad arte”.

Ancora Bertoni ha sottolineato: “Il nostro primo punto è rappresentato dalla partecipazione e dalla condivisione al fine di migliorare la vivibilità della nostra città. La politica –ha detto ancora Bertoni- deve tornare ad essere tale".

"Siamo contro i personalismi e non ci interessano le polemiche. Chi amministrerà dovrà essere necessariamente competente al fine di utilizzare al meglio le risorse eliminando gli sprechi”.

In tema di interventi pubblici Bertoni ha precisato: “Siamo contrari alle grandi opere privilegiando piuttosto la manutenzione dell’esistente con priorità ed oculatezza nella spesa”.

Sull’organizzazione dell’Associazione “Gente in Comune” lo stesso Bertoni ha voluto evidenziare che non esistono leader, ma uguaglianza per tutti. In un passaggio strettamente politico il predente ha tenuto a precisare che l’area di appartenenza è quella di centrosinistra con apertura alle convergenze.

Bertoni ha concluso: “Oggi è solo il punto di partenza. Vogliamo e dobbiamo dare una scossa. Per le amministrative stiamo preparando la nostra lista con un candidato sindaco e se non ci saranno alleanza correremo da soli”.

Subito dopo è intervenuto Raffaele Di Marcello: “Occorre che Giulianova sia la città dei cittadini con una grande partecipazione dal basso. Occorre tenere in primo piano i beni comuni con una gestione della cosa pubblica utilizzando come stella polare della nostra azione la diligenza del buon padre di famiglia”.

Ancora Di Marcello: “Il turismo per Giulianova è un punto fondante. Da qui la necessità di rendere la città vivibile per accogliere al meglio chi sceglie la nostra città come meta di vacanza. Occorre creare un movimento includente al fine del massimo coinvolgimento dei residenti senza emarginare nessuno”.

A titolo di esempio Raffaele Di Marcello ha parlato di riqualificazione degli ingressi della città dove ancora campeggiano cartelli obsoleti, inutili e di cattiva presenza, di cura del verde in maniera seria, della pulizia in generale ed in particolare delle strade, della pista ciclabile con accenno alla parte interrotta tra i due moli. Qualche battuta anche da parte di Luciano Cera che sulla pista ciclabile e gli interventi da effettuare ha concordato con chi lo ha preceduto nella esposizione.

Annunciato lo svolgimento a breve di un convegno su etica e morale distinto in tre fasi e che vedrà coinvolti altrettanti relatori di spessore sui diversi aspetti.








Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2014 alle 15:30 sul giornale del 27 gennaio 2014 - 1399 letture

In questo articolo si parla di politica, Alfonso Aloisi, associazione gente in comune, nino bertoni, raffaele di marcello, luciano cera, roberto mastrilli,

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XyC