Scritte sui muri. Indignazione di Filipponi

1' di lettura 29/01/2014 - Muri imbrattati con svastiche e stelle brigatiste. Il sindaco facente funzioni: “Follia e idiozia. Massima indignazione”.

Croci celtiche, svastiche e stelle a cinque punte brigatiste tracciate sui muri esterni del palazzo comunale di Corso Garibaldi ma anche su un'autovettura dell'Amministrazione e su altri edifici.

Questo il triste spettacolo cui i giuliesi hanno assistito nelle prime ore del mattino. Dopo la segnalazione della Polizia municipale e l'intervento dei carabinieri, subito allertati, le scritte, su disposizioni del sindaco facente funzioni Gabriele Filipponi, sono state cancellate.

“Vergognoso, davvero vergognoso quanto accaduto. Esprimo la massima indignazione - dichiara Filipponi - per questi atti che sono frutto di follia e idiozia. Considerando che le svastiche si alternano alle stelle a cinque punte delle Brigate Rosse, sembra si tratti di una sorta di contrapposizione-scontro tra opposte fazioni. Questi simboli di morte e di odio sono da condannare con fermezza e tutta Giulianova riafferma con forza i principii democratici rifiutando chi inneggia alla violenza”.






Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2014 alle 14:13 sul giornale del 30 gennaio 2014 - 700 letture

In questo articolo si parla di giulianova, Comune di Giulianova

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XIm