Nereto: arrestato cittadino greco latitante domiciliato a Martinsicuro

1' di lettura 17/04/2014 - Il controllo del territorio da parte dell’Arma dei carbinieri ha portato all’arresto di un latitante greco residente in Italia da circa dieci anni.

Nel corso di un mirato servizio i militari della stazione di Nereto, in collaborazione con la compagnia di Alba Adriatica, hanno rintracciato e quindi ammanettato su mandato di arresto provvisorio europeo emesso dalla di Corte di Appello di Nauplia (Grecia) il latitante di origine ellenica Nikolaos Tasakos, 44 enne di Atene, residente a Sant'Omero (Te), domiciliato a Martinsicuro (Te), commerciante.

Lo stesso in passato si è reso responsabile di reati contro il patrimonio di natura economico-finanziaria e di truffa, commessi nel suo Paese di origine nel mese di luglio 2004 causando a terzi danni di ingente valore.

Il quarantaquattrenne, condannato dalla competente Corte di Appello greca nel mese di gennaio 2009, di fatto si e’ reso latitante dal febbraio 2013, e dovrà espiare la pena detentiva di tre anni di reclusione.

Dopo le formalità di rito nella caserma di Nereto, Nikolaos Tasakos è stato accompagnato alla casa circondariale di Teramo a disposizione della Corte di Appello de L’Aquila per le conseguenti pratiche relative alla estradizione dell’uomo.






Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2014 alle 11:02 sul giornale del 18 aprile 2014 - 878 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alfonso Aloisi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2I1