Mosciano Sant'Angelo: accoltellato cinquantottenne per programmi in tv

1' di lettura 26/04/2014 - Futile litigio finisce con un accoltellamento e i carabinieri del posto arrestano un moscianese.

Ieri sera venerdì 25 aprile 2014 in Mosciano Sant’Angelo si è sfiorata la tragedia. Attorno alle ore 20.00 all’interno della sala da pranzo del ristorante-albergo “La Locanda”, ubicato in Contrada Marina si stava servendo la cena, quando ad un certo punto, per futili motivi riconducibili alla visione dei programmi in tv, due uomini hanno iniziato ad alzare la voce ed a discutere animatamente.

La situazione è apparsa subito grave, tanto che dopo poco Pietro Cargini, 54enne di Mosciano Sant’angelo, utilizzando un comune coltello da cucina, ha sferrato alcuni fendenti all’indirizzo di C. M. 58enne anch’egli del luogo, colpendolo anche alla gola.

Solo l’intervento delle persone presenti e dei carabinieri di Mosciano Sant’Angelo, giunti con la massima urgenza sul posto, ha evitato la tragedia.

L’uomo ferito è stato trasportato dall’ambulanza del 118 presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Giulianova, ove è stato medicato e dimesso con prognosi di dieci giorni.

Pietro Cargini è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e, dopo le formalità di rito, accompagnato alla Casa Circondariale di Teramo, come disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo.








Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2014 alle 14:42 sul giornale del 28 aprile 2014 - 889 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alfonso Aloisi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/28E