Martinsicuro: arrestati quattro marocchini per traffico di droga

2' di lettura 14/05/2014 - Spaccio di sostanze stupefacenti: eseguite dalla polizia di stato quattro ordinanze di misura cautelare. La droga era proveniente dalla Lombardia per rifornire la fascia costiera della provincia teramana.

Nella mattinata odierna 14 maggio 2014, in collaborazione con le squadre mobili di Ravenna e di Milano, agenti della Questura di Teramo, a seguito di complessa e prolungata attività d’indagine finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti in provincia, hanno proceduto ad eseguire ordinanze di applicazione di misure cautelari emanate nei confronti di quattro cittadini marocchini.

Gli arrestati sono responsabili, a vario titolo, di reati in tema di sostanze stupefacenti: Taoufik Belatik, di anni 39 e Hamid Jedoui, di anni 34, destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere; Abdelilah Belatik, di anni 46 e Mohammed Ee Modafar, di anni 33, della misura cautelare degli arresti domiciliari.

L’attività di investigazione della squadra mobile teramana ha consentito di individuare un sodalizio criminale, capeggiato dai fratelli Belatik, stabilmente inseriti, anche con attività commerciali ed artigianali, nel tessuto sociale di Martinsicuro (Te), dedito all’importazione di ingenti quantitativi di hashish dalla Lombardia con destinazione fascia costiera nord ddella provincia, in particolare Alba Adriatica e Martinsicuro.

Nella farrispecie sono state indagate complessivamente sette persone implicate a vario titolo nella vicenda..

Nel corso dell’attività investigativa, sono stati sequestrati complessivamente 8 chilogrammi di hashish e 200 grammi di cocaina.

Gli elementi raccolti nella fase degli accertamenti, hanno consentito al GIP del Tribunale di Teramo, su richiesta conforme del Pubblico Ministero titolare dell’inchiesta, di emanare i provvedimenti restrittivi a carico dei cittadini extracomunitari.

Al termine delle formalità di rito, Taoufik Belatik e Hamid Jedoui Hamid sono stati associati rispettivamente presso le Case Circondariali di Ascoli Piceno e Ravenna, mentre Abdelilah Belatik e Mohammed El Modafir sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari nelle abitazioni site, rispettivamente a Martinsicuro (TE) e Milano.






Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2014 alle 12:37 sul giornale del 15 maggio 2014 - 849 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alfonso Aloisi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/39B