Gianluca Antelli: 'Su costi dello spiaggiato parola alla Corte dei Conti'

3' di lettura 16/05/2014 - La vicenda del cosiddetto "spiaggiato", ovvero quella brutta pagina pubblica costata ai contribuenti giuliesi oltre un milione du euro, non si è ancora chiusa.

L’esposto a suo tempo firmato da una parte dell’opposizione (Pdl con Andrea Rota, Paolo Vasanella, Gianluca Antelli e Progresso Giuliese con Laura Ciafardoni, Massimo Maddaloni e Gianfranco Francioni) qualche effetto lo ha prodoto.

A raccogliere le redini di ciò che è rimasto sul tappeto è Gianluca Antelli che, dopo essere stato avvisato dalla Procura delle Repubblica di Teramo in relazione alla conclusione delle indagini ed alla disposizione di archiviazione, ha tenuto a rendere pubblici alcuni aspetti della vicenda.

Nella relazione a suo tempo rimessa dalla sezione di polizia giudiziaria del Corpo Forestale dello Stato che ha indagato sul caso, si legge tra le altre cose: “I rifiuti derivanti dalla prima operazione di selezione (legname) vengono affidati alla ditta “Cip Adriatica” di Controguerra che svolge attività, regolarmente autorizzata, di smaltimento e recupero di materiali legnosi”.

Ancora: “I restanti rifiuti vengono invece portati alla ditta “Italservizi snc” che provvedeva solo alla pesatura per essere successivamente smaltiti presso la ditta “Ameli Maurizio” di San Benedetto del Tronto provvista di regolare autorizzazione”.

A questo punto Gianluca Antelli fa notare quanto riportato dalla Forestale nella relazione. Testualmente: “Merita invece maggior rilievo quanto dichiarato, in sede di sommarie informazioni testimoniali, da Ameli Maurizio, legale rappresentante dell’omonima ditta.

Lo stesso ha riferito che i rifiuti avviati allo smaltimento presso la sua azienda erano costituiti da ‘,,,materiale misto proveniente dalle mareggiate quali tronchi, rami vari etc…oltre ad una cospicua quantità di sabbia (circa l’80%)..” evidenziando una palese violazione della circolare n. 1/2011 del Servizio Gestione Rifiuti della Regione Abruzzo, la quale dispone che i rifiuti piaggiati debbano essere raccolti “…preservando prioritariamente la risorsa naturale ‘sabbia’ e garantire una distinta gestione delle diverse frazioni di rifiuti e promuovere il recupero/riciclo degli stessi…”.

Agiunge il Corpo Forestale: “Inoltre, la mancata riduzione volumetrica (separazione dei tronchi e rami da avviare a recupero) e la mancata vagliatura (separazione della sabbia dai rifiuti) del materiale raccolto sulla spiaggia hanno sicuramente comportato un notevole innalzamento dei pesi registrati durante le operazioni di raccolta, trasporto e smaltimento con un ingente aggravio di spesa per le casse comunali”.

Commenta Gianluca Antelli: “Avevamo ragione quando sostenevamo che la spesa era eccessiva anche rispetto a quella sostenuta da altri comuni limitrofi e con le medesime problematiche”.

Nella relazione della Procura si legge tra le altre cose: “I servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti piaggiati sono stati affidati ad una ditta priva di autorizzazioni ambientali e ciò appare essere il frutto di un grave pressapochismo da parte delle amministrazioni locali quali Comune di Giulianova e Provincia.

La Procura, pur archiviando la pratica sotto il profilo penale, sottolinea che comunque “restano ferme eventuali responsabilità erariali” che dovranno essere accertate e quantificate dalla Corte dei Conti.

E infatti Gianluca Antelliha dichiarato che andrà avanti per questa strada chiedendo giustizia di quanto è emerso alla magistratura contabile alla quale rimetterà a breve ulteriore documentazione a corredo.

Intanto il candidato Gianluca Antelli ha voluto far pervenire la propria solidarietà a Piergiorgio Bizzarri, l’attivista del Movimento 5 Stelle picchiato mercoledì scorso 14 maggio 2014 durante una manifestazione cittadina a sostegno del candidato sindaco del centrosinistra e di quello alla presidenze della regione Abruzzo.

Per domani sabato 17 maggio Antelli ha annunciato una manifestazione pubblica nel centro commerciale ì ‘Portici’ con inizio alle ore 21:00 con le liste a sostegno "Forza Giulianova Antelli Sindaco" e "Giulianova Rinasce per il Cambiamento".






Questo è un articolo pubblicato il 16-05-2014 alle 17:38 sul giornale del 17 maggio 2014 - 812 letture

In questo articolo si parla di attualità, Alfonso Aloisi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4kT