Ricerca e Sviluppo: un nuovo bando in arrivo e un corso Euro- Progettazione per affrontare e cogliere le opportunità europee

4' di lettura 15/03/2015 - Continuiamo l’esame dei primi bandi resi noti dalla Regione Marche e che saranno operativi dopo l’approvazione definitiva del POR FESR Marche da parte del Consiglio Regionale e la loro pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche. Nei giorni scorsi abbiamo presentato il bando sui voucher per l’innovazione digitale. Oggi presentiamo invece il nuovo bando regionale che finanzia fino al 60% a fondo perduto progetti di Ricerca e Sviluppo, con priorità alle micro e piccole imprese.

I tempi di presentazione dei progetti saranno piuttosto brevi per cui la FIDEAS Srl invita i soggetti interessati ad attivarsi sin d’ora, anche attraverso la partecipazione ai corsi Fideas di Euro-Progettazione (link al sito: formazionefideas.wordpress.com ), per essere pronti alla scadenza e cogliere tali opportunità.

Beneficiari

Possono partecipare al nuovo bando regionale per contributi su progetti di Ricerca e Sviuppo:

le micro, piccole e medie imprese con sede dell’investimento ubicata nel territorio delle Marche, sia in forma singola che in filiera;
le grandi imprese e gli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza,, ma solo in filiera.
La filiera tecnologico-produttiva dovrà essere costituita da almeno 3 imprese ed almeno un organismo di ricerca e dovrà essere formalizzata con un contratto di rete, associazione temporanea di scopo o raggruppamento temporaneo.

Attività ed ambiti tecnologici dei programmi di investimento

Programmi di investimento che prevedono lo svolgimento di attività di ricerca industriale e/o di sviluppo sperimentale nei seguenti ambiti tecnologici:

a) domotica: integrazione ed interoperabilità, efficienza energetica, sensoristica, comfort e sicurezza, prototipazione virtuale e smart home;
b) meccatronica: sistemi robotici, sistemi per l’automazione industriale, prodotti intelligenti ed eco-efficienti, sistemi avanzati per il product design;
c) manifattura sostenibile: ecosostenibilità di nuovi prodotti e processi, efficienza energetica, progettazione e produzione integrata, demanufacturing, human-centered manufacturing.

I progetti dovranno concludersi entro 24 mesi dall’avvio.

Costi ammissibili
a) spese di personale
b) costi relativi a strumentazione e attrezzature;
c) costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, nonché costi per i servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto (entro il limite del 30% del totale del costo complessivo del progetto);
d) costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi direttamente imputabili al progetto.

Disponibilità finanziaria

Euro 10.000.000, di cui il 20% sarà riservato alla graduatoria dei progetti presentati in forma singola.

Contributo e limiti di investimento

Contributo a fondo perduto sulla spesa ammissibile secondo le seguenti % di aiuto: su un minimo di 200.000 ad un max 700.000 il 45 % per le micro e piccole imprese; il 35% per le Medie Imprese. Diverse per le modalità d'investimento in filiera e sugli importi da 500.000 ad un max di 2.500.000 euro, in questo caso parliamo del 60% per le piccole e medie imprese e 50% per le medie.

Il contributo pubblico concesso ai sensi del presente bando è cumulabile con le agevolazioni che non siano qualificabili come aiuti di stato come ad esempio con le agevolazioni concesse sotto forma di garanzia dai Confidi e con il credito d’imposta di cui all’articolo 3 del D.L. n. 145/2013.

Modalità di presentazione e scadenza

La modalità di selezione dei progetti si svolgerà in due stadi:

nel 1° stadio verranno valutate le idee progettuali proposte dai soggetti aventi i requisiti;

nel 2° stadio, i soggetti che hanno proposto le migliori idee progettuali verranno invitati a presentare i progetti esecutivi che verranno valutati e concorreranno nella graduatoria di merito.

Il bando sarà pubblicato successivamente all’approvazione del POR FESR 2014-20 da parte del Consiglio Regionale delle Marche. I soggetti interessati avranno tempo 60 giorni per presentare le loro idee progettuali.

Consigliamo a chi volesse approfondire i contenuti di tale bando, o conoscere altre opportunità per finanziare coi fondi comunitari progetti di innovazione e ricerca (Smart&Start, start-up innovative, Horizon 2020, Erasmus Plus, etc.) di iscriversi al corso di Euro-Progettazione che la Fideas Srl terrà nei prossimi giorni a San Benedetto del Tronto. Quì tutte le informazioni sul corso al sito formazionefideas.wordpress.com.

Sono previsti sconti particolari per i primi 10 iscritti.






Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 15-03-2015 alle 11:28 sul giornale del 16 marzo 2015 - 586 letture

In questo articolo si parla di economia, pubbliredazionale, giuliano bartolomei, fideas srl, bandi Ricerca e Sviluppo piccole e medie Imprese Provincia di Ascoli Piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agLm

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Impresa