Erasmus per giovani imprenditori: una opportunità per internazionalizzare le start-up

08/05/2017 - Erasmus per giovani imprenditori (Erasmus Young Entrepreneurs, in sigla EYE) è un programma europeo di scambio transfrontaliero che offre ai nuovi imprenditori e professionisti, o aspiranti tali, l’opportunità di imparare i segreti del mestiere da professionisti già affermati che gestiscono piccole o medie imprese in un altro paese europeo partecipante al programma.

Lo scambio di esperienze avviene nell’ambito di un periodo di lavoro (da 1 a 6 mesi), presso la sede dell’imprenditore esperto, il quale aiuta il nuovo imprenditore ad acquisire le competenze necessarie a gestire una piccola impresa. L’imprenditore ospitante ha l’occasione di considerare la propria attività sotto nuovi punti di vista, collaborare con partner stranieri e informarsi circa nuovi mercati.

Chi può partecipare?

- nuovi imprenditori: giovani seriamente intenzionati a costituire una propria impresa o che abbiano avviato una propria attività, anche professionale, negli ultimi tre anni;

- imprenditori già affermati: titolari o responsabili della gestione di una piccola o media impresa (PMI) in un altro paese partecipante.

Il programma è rivolto a tutti i cittadini dell’Unione Europea, senza alcun limite di età. Le attività imprenditoriali possono riguardare qualsiasi settore (artigianato, agricoltura, industria, turismo, servizi sociali, commerciale, comunicazione, marketing, ecc.).

Cosa fare per partecipare?

- partecipazione come aspirante imprenditore;

- preparare il proprio Curriculum Vitae e lettera motivazionale in inglese;

- preparare il proprio business plan in inglese;

- registrarsi sul Portale www.erasmus-entrepreneurs.eu ed inviare la domanda di partecipazione, fornendo tutte le informazioni richieste;

 - selezionare un punto di contatto nel proprio paese;

- entrare in contatto con un imprenditore (ospitante) che svolga un’attività analoga a quella che si vuole intraprendere e definire con lui il progetto di scambio;

- firmare l’accordo di finanziamento con il proprio “centro di contatto”.

- partecipazione come imprenditore ospitante;

- registrarsi sul Portale www.erasmus-entrepreneurs.eu e compilare il proprio profilo personale;

- individuare e contattare il proprio punto di contatto nel proprio paese;

- entrare in contatto con un aspirante imprenditore che svolga un’attività analoga a quella in cui è attiva la propria azienda e definire con lui il progetto di scambio.

Qual’ è il sostegno economico ai partecipanti?

Il programma offre un sostegno economico ai nuovi imprenditori che partono per uno scambio, con la copertura delle spese connesse allo spostamento e alla permanenza all’estero.

Gli importi sono prestabiliti e variano a seconda del costo della vita del paese di riferimento prescelto (vedi elenco sostegno finanziario per nazione http://www.erasmus-entrepreneurs.eu/upload/Monthly%20financial%20assistance%20paid%20by%20IO_2015.pdf).

Ecco una storia di successo.

L'imprenditore Giuliano Bartolomei ha fondato Fideas srl nel 1987, una società di consulenza per la creazione d’impresa, con sede in Offida, nella regione Marche, che offre servizi in materia di finanziamenti europei, nazionali, regionali e di internazionalizzazione a supporto delle realtà regionali. La società ha aderito sin dall’inizio con entusiasmo al programma EYE per aumentare le opportunità di internazionalizzare il proprio mercato di consulenza anche in favore dei propri clienti.

Allo stesso tempo, da qualche parte in Turchia, Banu, una giovane donna che ha già fornito la propria esperienza come dipendente di agenzie di internazionalizzazione, aspira a creare una propria impresa che possa agevolare gli scambi commerciali tra l’Italia e il proprio paese. Banu ha un piano aziendale solido ma ha bisogno dei consigli e suggerimenti da parte di un leader di business di successo.

Banu conosce Giuliano grazie a Erasmus per giovani imprenditori. Entrambi gli imprenditori desiderano lavorare insieme e decidono di avviare un rapporto attraverso il programma.

Durante il suo soggiorno, Banu ha collaborato attivamente per cercare partner in Turchia per i progetti europei di Fideas, nonché per la realizzazione di un importante giornata informativa sulla Turchia. Il Forum sulla Turchia è stato organizzato in collaborazione con l’ambasciata della Repubblica di Turchia a Roma, l’agenzia ISPAT, emanazione del governo della Repubblica di Turchia, il consolato onorario della Repubblica di Turchia in Ancona. L’iniziativa è stata patrocinata dalla CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), organizzazione intermediaria stessa del programma europeo Erasmus Giovani Imprenditori, e dalla Confartigianato Imprese di Ascoli e Fermo. Gli atti dell’evento (Video e slide) sono reperibili a questo indirizzo web https://bartolomeigiuliano.blog/2017/04/10/forum-sulla-turchia-30-03-2017-disponibili-le-presentazioni-dei-relatori-inviare-richiesta-via-email-a-fideastopnet-it/

Entrambi gli imprenditori hanno beneficiato notevolmente l’uno dall’altro. Grazie a questo scambio di esperienze, all'aiuto e ai consigli dell'imprenditore ospite, Banu ora si sente più sicura ed ha già avviato ad Ankara la propria attività di consulente euro-progettista per l’internazionalizzazione delle imprese, cn particolare riferimento all’interscambio Italia-Turchia.

Questo ed altri importanti strumenti in favore delle start-up potranno essere conosciuti ed attivati dai giovani imprenditori o aspiranti tali che parteciperanno al Mini Master “Creazione e consolidamento startup d’impresa” (NUOVE DATE). Per ogni ulteriore dettaglio del programma del mini master e per iscriversi al corso consultare il seguente link: http://www.smarteam.net/mini-master-creazione-consolidamento-start-up-di-impresa/ Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi alla seguente mail: formazione@smarteam.net, oppure al Mobile: 339 5852890.


da Fideas Srl e Smarteam - startup innovativa




Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 08-05-2017 alle 21:29 sul giornale del 09 maggio 2017 - 163 letture

In questo articolo si parla di lavoro, pubbliredazionale, fondi europei regione marche, programmazione europea regione marche, provincia di ascoli piceno programmazione europea

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aI94

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Impresa