Calcio: serie D, pareggio ricco di emozioni tra Jesina e Pineto

08/10/2017 - Quello tra Jesina e Pineto è certamente un pareggio che non fa una piega, frutto di un match giocato a viso aperto, tra due squadre in buona salute.

La formazione dell’ex Amaolo, che allenò la Jesina qualche stagione fa, prova in tutte le maniere a fare il colpaccio, giocando un buon primo tempo, passando per prima in vantaggio, ma in definitiva la spartizione della posta in palio, ci sta tutta.

È stata una partita ricca di emozioni, di occasioni da rete, pali e traverse e, addirittura, un rigore sbagliato dalla Jesina.

Come detto buon primo tempo per il Pineto, che in effetti passa per primo in vantaggio, dopo appena 3’: Pezzotti, una spina nel fianco della difesa di casa, mella prima frazione di gioco, lavora un bel pallone per Mariani, che al volo non lascia scampo a Tavoni.

Fortunatamente la Jesina assorbe immediatamente il colpo e già al 7’ arriva al pareggio; cross preciso di Parasecoli, Trudo anticipa tutti, allungando la traiettoria della sfera, quel tanto che basta per mettere fuori causa il portiere ospite.

La squadra di Amaolo si fa di nuovo pericolosa al 20’, complice una difesa locale disattenta: è il solito Pezzotti a crossare, Pomante, in perfetta solitudine non approfitta tirando debole, direttamente sulle mani di Tavoni.

La Jesina chiude il primo tempo attaccando, con pericolosità: al 43’ su cross di Pierandrei si fa anticipare da Magnanelli e non riesce a concludere, al 44’ su azione di calcio d’angolo, da posizione impossibile, Parasecoli tenta la girata, che finisce sul palo esterno.

Gianangeli capisce che è il momento di cambiare qualcosa, dando più spazio a Trudo, così, a inizio ripresa, mette in campo Giovannini al posto di Silvestri, arretrando Cameruccio.

Il primo brivido è per la squadra di casa; al 4’, sul cross di Di Rocco, pronta conclusione di Pezzotti, respinta da Tavoni.

Trudo diventa il pericolo numero uno per la difesa ospite: all’11 lascia partire un traversone dalla linea di fondo, sul quale svetta Pierandrei che, di testa, colpisce la traversa.

Non mancano i colpi di scena: al 15’ Gragnoli, trova la traiettoria giusta, colpendo però il palo alla sinistra di Tavoni.

Poi al 18’ Trudo si proura un calcio di rigore, approfittando di una ingenuità di Fiumara che lo atterra, ma la conclusione è poco angolata, permettendo a Giacchetta di respingere, mandando in angolo.

Ancora pericolosa la Jesina al 21’; sul cross del neo entrato Sassaroli, Parasecoli sbuccia e manda alto da buona posizione.

Ultimo legno della partita colpito al 32’ da Gragnoli: per lui parte alta della traversa.

Da buon ex, mister Amaolo ci teneva a fare bella figura e non può esimersi dal dimostrare soddisfazione, per la prestazione della sua squadra al Carotti:« Credo che la mia squadra abbia giocato una ottima partita, ha tenuto bene il campo, creando molto gioco nel corso del primo tempo. Poi nella ripresa la Jesina ci ha messo in difficoltà, ma non posso che essere soddisfatto per la prestazione dalle squadra. Stiamo crescendo e il risultato ottenuto su questo che è un campo difficile – lo posso dire perché ho allenato la Jesina – dimostra che abbiamo personalità e una identità di squadra. Aver battuto prima la Vis Pesaro e ottenuto un punto qui a Jesi è importante per la nostra autostima.»  

Molto realista e obiettivo il tecnico di casa Gianangeli: «Prima della partita sapevamo che il Pineto era un avversario difficile; giocare contro una squadra che schiera giocatori importanti, non è semplice. Nel primo tempo abbiamo sofferto, poi ci siamo messi a posto, siamo organizzati meglio, riuscendo a fare meglio, fino al calcio di rigore che purtroppo non siamo riusciti a sfruttare. Il risultato mi va bene e, vista la partita, secondo me è un punto guadagnato. Avevamo Carotti, il nostro giocatore più importante, a mezzo servizio. Sono convinto che stiamo facendo bene e siamo sulla strada giusta perché abbiamo dimostrato di essere una squadra viva.»

JESINA-.PINETO 1-1

Jesina: Tavoni, Silvestri (1’ st Giovannini), Anconetani, Carotti (20’ st Sassaroli), Giorni, Gremizzi, Trudo (35’ st Margarita), Magnanelli, Pierandrei, Parasecoli, Cameruccio. All.: Gianangeli.

Pineto: Giacchetta, Della Quercia, Fiumara, Pomante, Zani, Pepe, Mariani (25’ st Bisegna), Pezzotti (30’ st Napolano), Di Rocco (14’ st Battista), Esposito, Gragnoli (47’ st Capocasa). All.: Amaolo.

Arbitro: Zucchetti di Foligno

Reti: 4’ pt Mariani, 7’pt Trudo

Ammoniti: 40’ pt Giorni e Gragnoli, 25’ st Esposito, 30’ st Magnanelli

Note: spettatori 700 circa; calci d’angolo 9-4 per la Jesina
 





Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2017 alle 17:42 sul giornale del 09 ottobre 2017 - 155 letture

In questo articolo si parla di sport

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNLv