Le attività della Guardia Costiera per l'ordine del demanio pubblico

1' di lettura 18/07/2020 - Questa mattina, sabato 18 luglio, alle prima luci dell’alba, personale dell’Ufficio Marittimo di Tortoreto, congiuntamente con il personale della Polizia Locale, ha eseguito attività mirata a verificare la presenza di attrezzature da mare lasciate oltre il tramonto nelle spiagge libere.

A margine dell’anzidetta attività, eseguita in corrispondenza di 14 tratti di spiaggia libera insistenti in quella porzione di fascia costiera, sono state sequestrate circa 200 attrezzature balneari (tra ombrelloni, sdraio, sedie e lettini) indebitamente lasciate sull’arenile.

L’anzidetta attività rientra nella più ampia operazione “Mare Sicuro”, condotta dalla Guardia Costiera a livello nazionale luglio gli 8.000 km di coste del paese e mirata a garantire una cornice di sicurezza e legalità alle attività balneari, e si ricongiunge – nel caso di specie - a quella analoga eseguita lo scorso 10 luglio nelle spiagge libere del Comune di Alba Adriatica, cui è scaturito il sequestro di circa 50 ulteriori attrezzature da mare.

3000 i mq complessivi di spiaggia libera restituiti alla pubblica e libera fruizione dopo l’intervento di Guardia Costiera e Polizie Locali, a garanzia del rispetto delle disposizioni adottata dalle amministrazioni comunali per il contrasto e la limitazione del contagio da covid-19.






Questo è un articolo pubblicato il 18-07-2020 alle 10:08 sul giornale del 20 luglio 2020 - 199 letture

In questo articolo si parla di guardia costiera, giulianova, Guardia Costiera Giulianova

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqYU