Teramo: Informatizzazione sul rilascio dei permessi ZTL

3' di lettura 25/09/2020 - Con delibera di Giunta n. 72 del 30.03.2020, si è modificata la struttura organizzativa dell’Ente, assegnando la gestione ed il rilascio dei permessi della ZTL (Zona a Traffico Limitato) alla Polizia Locale.

Con il passaggio di tali funzioni, il Comando di Polizia Locale, con la collaborazione del CED e dell’URP, ha semplificato le procedure per il rilascio dei permessi ZTL, attraverso l’elaborazione di un Modulo Google inserito sul sito istituzionale dell’Ente consentendo, a cittadinanza e imprese, la compilazione “On-line” delle richieste per l’accesso e la sosta nella Zona a Traffico Limitato della Città di Teramo.

La predisposizione del Modulo Google per il rilascio dei permessi ZTL, consente l’inoltro della domanda tramite smartphone, tablet o pc ed il richiedente, in caso di esito positivo dell'istanza, riceverà “on-line” il proprio permesso ZTL, senza recarsi presso gli uffici dell’Ente.

La creazione del Modulo Google, consente, inoltre, di risolvere l’annoso problema dei permessi di circolazione ZTL, scaduti e non rinnovati per dimenticanza, che inducono i titolari ad opporsi alle conseguenti sanzioni al codice della strada per transiti non autorizzati. I ricorsi presentati in tali circostanze, vengono accolti sia in Prefettura che davanti al Giudice di Pace.

La compilazione e l’inserimento nel Modulo Google dell’indirizzo di posta elettronica del richiedente, consentirà l’automatica trasmissione di una e-mail, sia al titolare del permesso ZTL che al Comando di Polizia Locale, ricordando la scadenza, evitando che cittadini ed imprese entrino nella ZTL di Teramo con il permesso scaduto.

La procedura automatizzata ed on-line del rilascio dei permessi sarà coadiuvata dall’Ufficio Relazioni con il pubblico (URP), che fornirà le informazioni inerenti le nuove modalità di rilascio dei permessi, fornendo l’assistenza necessaria all’utenza.

In ultimo, attraverso l’estrapolazione dei dati dal programma della ZTL, l’Ufficio Verbali monitorerà mensilmente un elenco di targhe dei veicoli che, in un arco temporale prestabilito, risulteranno “sospette” per transiti non autorizzati in ZTL, al fine di intervenire, nei casi previsti, prima della trasmissione dei verbali.

L’attività posta in essere comporterà un risparmio da parte dell’Ente per il primo anno di circa Euro 20.000,00 (costo del software + spese di notifica + spese di istruttoria) ed un risparmio presuntivo da parte della Prefettura di Teramo di circa Euro 8.000,00, per un totale di Euro 28.000,00. Per gli anni successivi il risparmio a regime sarà, tra Comune di Teramo e Prefettura, di Euro 14.000,00.

Il comune inoltre precisa che lo stesso è già attivo per i permessi classici (cittadini, imprese, medici, commercianti, ecc.); dal 1° ottobre, invece, partirà appunto il medesimo servizio per i disabili, con una pagina specifica; oltre ciò,sempre tramite una pagina Google attiva dalla stessa data, sarà possibile inoltrare segnalazioni all’URP.

Per entrambe vi sarà il link sul sito del Comune.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2020 alle 18:19 sul giornale del 26 settembre 2020 - 161 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, teramo, comune di teramo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bw3m