Pescara: Raposelli (FI) : "Covid nelle scuole, situazione assolutamente monitorata"

3' di lettura 24/10/2020 - “Nelle scuole di Pescara non ci sono altri focolai di Covid-19 ad eccezione di quello registrato nella scuola primaria e secondaria Rossetti, con 9 bambini e un docente risultati positivi, scuola che è stata chiusa dalla Asl per 15 giorni."

"Attualmente il fenomeno è assolutamente monitorato, l’intera popolazione scolastica della ‘Rossetti’ di 600 unità tra studenti, insegnanti e personale Ata, sono in isolamento domiciliare in attesa di effettuare tamponi.

Fortunatamente, salvo quattro casi sporadici inerenti la scuola ‘Bosco’, la ‘Virgilio’ e la ‘Flaiano’, il nostro sistema scolastico sta complessivamente reggendo, a testimoniare anche il rigoroso rispetto dei protocolli di sicurezza e di protezione istituiti.

E anche le mense scolastiche stanno lavorando a pieno regime, in assoluta sicurezza, tranne che al Comprensivo X, appunto nella scuola ‘Bosco’, ma solo per un eccesso di cautela e di misure prudenziali concordate con il Comune”.

Lo ha detto il Presidente della Commissione Pubblica Istruzione Fabrizio Rapposelli all’esito della seduta di Commissione convocata per fare il punto sulla situazione Covid-19 nelle scuole di Pescara di competenza comunale, ovvero scuole d’infanzia di primo e secondo grado, e scuole secondarie di primo grado, con l’audizione dell’assessore delegato Gianni Santilli, vicesindaco.

“Le notizie degli ultimi giorni hanno imposto un momento di confronto per fare il punto della situazione a Pescara in merito alla diffusione del virus che pare stia riprendendo forza – ha detto il Presidente Rapposelli – tanto da aver determinato la chiusura di una scuola intera, la Rossetti, mentre anche all’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara, che pure è di competenza della Provincia, si è registrata la positività al Covid-19 di una docente di sostegno che ha indotto la Asl a mettere in quarantena le due classi prime che avevano avuto un potenziale contatto diretto con l’insegnante, ma comunque si tratta di una scuola che insiste su Pescara e merita attenzione.

E puntuale è stato il resoconto del vicesindaco Santilli: i primi casi di Covid registrati sono uno studente alla primaria ‘Bosco’, due studenti alla media ‘Virgilio’, e un bambino alla primaria ‘Flaiano’.

Poi due giorni fa è scoppiato il problema della scuola media ‘Rossetti’ dove sono risultati positivi al Covid nove bambini, di nove classi diverse, e un docente.

Solo alle ore 19 di mercoledì la Asl ha notificato alla Dirigente scolastica la decisione di chiusura di tutto l’Istituto dove, di fatto, si ritiene possa esserci un focolaio che ha spinto a mettere in quarantena domiciliare circa 600 persone in attesa ora di fare il tampone che, speriamo, sia negativo per tutti innanzitutto perché, in caso contrario, la quarantena e i tamponi dovrebbero essere doverosamente estesi anche alle famiglie dei bambini con i genitori costretti anch’essi a restare a casa dal lavoro, e poi anche per consentire a tutti di tornare in aula dopo i quindici giorni di isolamento cautelativo, più lungo dei classici 10 giorni imposti dalla norma proprio per dare il tempo alla Asl di processare tutti i soggetti interessati.

Nel frattempo le altre scuole del Comprensivo 5, ovvero Piano T a Zanni, via Gioberti e via Cavour, lavorano regolarmente.

E sta lavorando regolarmente anche il servizio della mensa scolastica, operativo ovunque ad accezione della scuola ‘Bosco’, proprio per il ‘caso’ registrato. Ovviamente – ha aggiunto il Presidente Rapposelli – la Commissione continuerà a seguire l’evolversi della situazione anche per rassicurare, eventualmente, le famiglie, mentre rinnoviamo a tutti l’invito al rigoroso rispetto di tre misure cautelative, ovvero il distanziamento sociale di almeno un metro da altri soggetti, indossare sempre la mascherina e lavarsi con frequenza le mani”.


da Fabrizio Rapposelli
Presidente Commercio – Attività Produttive – Edilizia Scolastica – Pubblica Istruzione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2020 alle 09:15 sul giornale del 26 ottobre 2020 - 202 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabrizio raposelli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzzE





logoEV