SEI IN > VIVERE GIULIANOVA > POLITICA
comunicato stampa

Progresso Giuliese chiede lumi su villa con piscina accatastata come 'economica'

3' di lettura
1601

E’ da un po’ di tempo che in Città circolano voci su una villa con piscina, ubicata nella campagna ovest di Giulianova quasi a confine con il territorio di Mosciano Sant’Angelo. L'immobile in parola sarebbe di proprietà della figlia di un ex senatore.

Si pensava fossero le solite chiacchiere da bar in libera uscita ed invece a dissipare ogni dubbio è intervenuto il raggruppamento di Progresso Giuliese che ha inoltrato una interrogazione al sindaco ed al presidente del consiglio avente per oggetto: “Ville e case di lusso a Giulianova”.

Questo il testo del documento protocollato in Comine:

Premesso che

  • Progresso Giuliese il 4 gennaio 2013, proponeva interrogazione inerente le richieste pervenute in merito ai danni subiti in seguito alle nevicate dalle strutture pubbliche e private.
  • Il dubbio paventato anche da alcuni giornalisti, riguardava l’eventuale presenza di cognomi eccellenti, politicamente molto in vista e con indubbia capacità di condizionare pesantemente la vita politica cittadina;
  • Durante l’interrogazione, il Sindaco Mastromauro e l’Assessore Forcellese giustificando con l’errore tecnico la mancanza dei riferimenti di coloro che avevano presentato le istanze, confermavano la presenza di una ingente somma richiesta da parte della figlia dell’ex Senatore Franchi pari ad Euro 191.000,00= avanzata a titolo di rimborso per danni alla piscina, alle essenze arboree ed agli uliveti;
  • Progresso Giuliese, successivamente (sempre in virtù della necessità di effettuare maggiori controlli sul territorio) formalizzava agli uffici tecnici una richiesta di elenco di tutte le ville, abitazioni di lusso presenti in città. Elenco negato perché non di competenza del suddetto Ufficio e nuovamente presentata all’Ufficio Tributi.
  • Progresso Giuliese torna a denunciare la mancanza di trasparenza, dal momento che, ad oggi nessun documento richiesto è stato fornito … e, a questo punto si chiede, con il sorriso amaro “Sarà un altro errore tecnico la circostanza che, da un controllo catastale effettuato la villa oggetto della precedente interrogazione risulta accatastata in A/3”?
  • Progresso Giuliese sottolinea che la categoria A/3 rientra nelle “Abitazioni di tipo economico. Fabbricati realizzati con caratteristiche e rifiniture economiche sia nei materiali utilizzati che per gli impianti tecnologici ma principalmente di dimensioni contenuti rispetto alla al territorio di cui fanno parte.
  • Progresso Giuliese tra l’altro, ha appreso in data 23 agosto 2013 che in Italia c’è una realtà caotica degli immobili di lusso “solo 45mila e male accatastati”, e che ai fini dell’imposta IMU, rappresenterebbero circa 816 milioni Euro in più.
  • La stessa realtà fotografata dal Messaggero (a firma di Roberto Stigliano) la ritroviamo anche a Giulianova?

Progresso Giuliese,

INTERROGA PER CONOSCERE

  1. Se risultano vere le circostanze evidenziate nella presente interrogazione;
  2. Perché ad oggi l’elenco non e’ stato ancora consegnato;
  3. com’è possibile che si richieda una somma di euro 196.000,= per danni alla piscina, alle essenze arboree ed agli uliveti e piante, per un immobile che risulta accatastato in a/3 (di tipo economico);
  4. Per quale motivo il Sindaco non ha provveduto ad effettuare controlli in tal senso;
  5. quante sono a Giulianova le ville accatastate diversamente dalla realtà e quanti soldi in piu’ porterebbero nelle casse comunali;
  6. quali sono le azioni che l’amministrazione portera’ avanti in questo senso al fine di evitare che i proprietari di ville, case signorili a Giulianova paghino meno di chi vive in un mini appartamento.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-09-2013 alle 18:00 sul giornale del 07 settembre 2013 - 1601 letture