SEI IN > VIVERE GIULIANOVA > POLITICA
comunicato stampa

Provincia: sindaci firmano convenzione PIT - 12 mesi per la realizzazione

4' di lettura
821

Per le Amministrazioni interessate un anno di tempo per portare a termine i progetti. Di Dalmazio: "Una scelta strategica per le aree interne che non rimarrà isolata: nei prossimi giorni con i Parchi e le Province saranno avviati i progetti per la sentieristica".

Tutti progetti cantierabili pronti per l’appalto. Da oggi, i Comuni, avranno dodici mesi di tempo per realizzarli: una boccata d’ossigeno per le piccole economie locali, un salto di qualità per l’offerta turistica.

Questa mattina, in Provincia, alla presenza dell’Assessore regionale Mauro Di Dalmazio che ci ha investito 3 milioni di euro - fondi POR-FESR Abruzzo 2007/2013, asse IV, valorizzazione dei territori montani – sono state firmate le prime convenzione del Progetto integrato territoriale: 15 dei 23 interventi che saranno realizzati nelle aree interne in altrettanti comuni.

Per i Comuni restanti si stanno concludendo le istruttorie e si arriverà alla loro approvazione entro la fine di settembre.

Recupero di palazzi storici, sistemazione di aree attrezzate e di ostelli; interventi nei borghi di carattere storico; risorse per piccoli musei; centri di informazione. Il PIT della Provincia di Teramo, dopo un anno di lavoro insieme alle amministrazioni comunali coinvolte, domani approda in Consiglio per l’approvazione dei primi 15 interventi; i rimanenti sette saranno definiti entro il 31 agosto.

Complessivamente parliamo di 3 milioni e 500 mila euro di opere, 3 milioni provenienti dalla Regione e 500 mila euro investiti dagli stessi Comuni in regime di compartecipazione.

“Scelte strategiche che non rimarranno isolate – ha annunciato l’assessore Mauro Di Dalmazio – nei prossimi giorni in collaborazione con i Parchi e nuovamente con la Provincia sarà avviato un pacchetto di interventi per la sentieristica mentre al tavolo nazionale stiamo trattando perché nel prossimo Programma Quadro dei fondi europei il turismo abbia una sua linea specifica e non sia più gregario di altri settori produttivi”.

Soddisfazione dei Sindaci per il lavoro svolto dalla Provincia, che avrebbe potuto decidere altre modalità per l’individuazione dei progetti e che, invece: “ha coinvolto direttamente le amministrazioni locali che hanno così potuto indicare le priorità dei territori e individuare le azioni più utili”.

Per il presidente Valter Catarra questa scelta va ascritta al merito “dell’assessore Vannucci che ha saputo trovare la strada più giusta, più vicina alle esigenze dei cittadini. Così facendp è riuscito, fra le altre cose, a portare a termine la programmazione e la progettazione in pochissimi mesi”.

“Un marinaio molto vicino alla montagna: chi ci avrebbe scommesso” così ha chiosato Ezio Vannucci, assessore al Turismo e alle attività produttive: “al di là delle battute c’è da essere orgogliosi perché in Abruzzo tagliamo per primi il traguardo degli interventi per le aree interne e credo che la qualità degli interventi, a merito delle amministrazioni locali, sia decisamente alto: progetti che fanno da volano, che nei piccoli territori interni e montani innescano processi di sviluppo e qualità”.

L’ambito territoriale del PIT Teramo, è formato da 28 Comuni, di cui 23 centri sono totalmente montani e 5 parzialmente montani.

Questi i progetti individuati: Crognaleto “Realizzazione di area attrezzata per sosta camper, caravan, piazzole per tende e completamento impianto sportivo annesso da realizzare nella frazione S.Giorgio; Cellino Attanasio “Recupero cinta muraria”; Montorio al Vomano “Completamento belvedere del centro storico con realizzazione Centro Visite Turistiche”; Isola del Gran Sasso “Riqualificazione urbana area prospiciente la cona di San Sebastiano e salita del Torrione”; Castiglione M.R. “Costruzione opere per attrazione turistica”; Penna S.A. “Valorizzazione del territorio montano di Penna Sant’Andrea attraverso interventi di arredo urbano e sistemazione di aree – miglioramento ai fini turistici sentiero del bosco”; Cortino “Recupero, completamento e sistemazione campeggio comunale”; Tossicia “Progettazione preliminare per valorizzazione a fini turistico-ricettivi area in territorio montano – località Vicenna di Tossicia”; Montefino “Restauro Torrione trecentesco d’avvistamento e riqualificazione area circostante”; Castellalto “Riqualificazione aree ed edifici pubblici nei centri storici di Castellalto capoluogo e Castelbasso”; Fano Adriano “Riqualificazione esterna ed adeguamento interno dello spazio adibito a museo etnografico delle tradizioni popolari della Frazione Cerqueto”; Pietracamela “Lavori di recupero del campeggio Jarkun in località Aschiero”; Castelli “Opere di completamento e riadattamento della funzionalità dell’ex Ostello della gioventù in località San Rocco da destinare ad attività ricettiva”; Valle Castellana “Completamento della struttura turistica ricettiva denominato Palazzo Danesi; Adeguamento del museo storico”; Castel Castagna “Lavori di ristrutturazione dell’immobile ex Palazzo Venditti per la creazione di un centro di informazioni e accoglienza visitatori.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-09-2013 alle 14:16 sul giornale del 07 settembre 2013 - 821 letture