SEI IN > VIVERE GIULIANOVA > POLITICA
comunicato stampa

Tortoreto: Pd all'Amministrazione: 'Mettere in sicurezza ingresso scuola'

2' di lettura
664

Pd: "È proprio vero al peggio non c’è mai fine" - Lo scorso 12 settembre è ripartito in Abruzzo ed a Tortoreto l’anno scolastico all’insegna delle novità.

Le classi che ospitavano i bambini delle scuole elementari sono state trasferite negli edifici nei quali c’erano le scuole medie e viceversa acquisendo nuovi spazi al fine di evitare il formarsi di aule “pollaio”.

Inoltre, abbiamo avuto informazioni che tutti i lavori eseguiti durante il periodo estivo, abbiano eliminato le prescrizioni effettuate dai vigili del fuoco con conseguente ordinanza di chiusura. Tuttavia se la sicurezza è da considerarsi soddisfacente all’interno degli stabili, dobbiamo constatare che all’esterno siamo messi male: lo asserisce la maggioranza consigliare testualmente “circa la viabilità andrebbero limati con alcuni accorgimenti, finalizzati sopratutto alla sicurezza degli alunni, sopratutto quelli delle elementari, visto lo "scambio" tra i due edifici.”.

Purtroppo ironia della sorte vuole che la persona che parla sia anche il Delegato alla viabilità il Capogruppo Di Giovanni ammettendo una totale impreparazione a programmare la viabilità nei pressi delle scuole causando disagi non indifferenti.

Tutti i genitori, in questi primi giorni di scuola, si trovano di fronte ad una situazione surreale: ingresso insufficiente per la quantità di alunni, genitori e bimbi che si riversano sulla strada con il rischio di essere investiti dalle auto che transitano. In sintesi un vero e proprio disastro di programmazione.

Per questo motivo proponiamo all’Amministrazione e al Comando dei Vigili Urbani di rimediare mettendo in sicurezza l’area d’ingresso della scuola, seguendo il progetto da noi redatto in allegato.

In conclusione, sebbene i lavori eseguiti siano sicuramente migliorativi per la sicurezza e per una migliore logistica degli edifici, non possiamo dimenticare che si tratta di strutture vetuste e che continuano a costare cifre altissime per la manutenzione, questa volta si parla di più di 200000€. Purtroppo questa maggioranza non conosce la parola: programmazione di nuove scuole!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-09-2013 alle 20:10 sul giornale del 20 settembre 2013 - 664 letture