Affonda 'La nuova Santa Barbara', nel 2007 vi mori un 16enne nel porto di San Benedetto

1' di lettura 03/11/2014 - Nel settembre del 2007 vi mori un ragazzo di 16 anni originario di Bisceglie. Il tragico fatto avvenne all’imbocco del porto di San Benedetto.

Il peschereccio “La nuova Santa Barbara” comandato dallo zio del ragazzo urtò contro il molo di scalo e imbarcò acqua affondando poco dopo. Il ragazzo sorpreso nel sonno rimase intrappolato nella nave e perì.

Lo stesso peschereccio tra il 1° novembre e il giorno 2 è affondato mentre era ormeggiato al porto di Giulianova (Teramo). Nel pomeriggio del 3 novembre è stato poi recuperato nei fondali.

Le cause che escludono l'origine dolosa, sono al vaglio della Capitaneria di porto che ha posto l’imbarcazione sotto sequestro. Il natante ha imbarcato acqua per motivi da verificare ed è colato a picco.

Alle operazioni di recupero hanno partecipato i vigili del fuoco e la Guardia costiera, oltre ad alcuni privati armati di gru.

Veramente una triste sorte per questa imbarcazione che ha visto lutto, dolore e ora probabilmente non solcherà e pescherà più nei mari dell’Adriatico.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2014 alle 22:30 sul giornale del 04 novembre 2014 - 723 letture

In questo articolo si parla di cronaca, capitaneria di porto di san benedetto del tronto, Comune di Giulianova, comune di San Bendetto del Tronto, articolo, Guardia Costiera San Benedetto del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaYT





logoEV
logoEV