Calcio: il Giulianova si aggiudica un match pirotecnico contro la Jesina

5' di lettura 09/11/2014 - Uno spettacolo avvincente a Giulianova, nel 10° turno del campionato di serie D, tra i padroni di casa dello stadio comunale “Rubens Fadini” e la squadra di mister Bacci.


Una partita equilibrata e giocata senza remore, diretta magistralmente da un fischietto rosa, quello dell’arbitro Francesca Campagnolo di Bassano del Grappa, fatta eccezione per un rigore reclamato a gran voce dai leoncelli, per un atterramento di Traini in area giuliese, di cui il direttore di gara non ha ravvisato gli estremi.
Il Giulianova sta cercando la quadratura societaria, dopo le vicissitudini iniziali, e la vittoria contro la Jesina ha senz’altro rinvigorito gli animi. Sul fronte Jesina, invece, si interrompe quella scia positiva che durava da ben 6 giornate. Assenti per la Jesina Mattia Cardinali e Brighi.

La partita ha sin da subito un buon movimento di gioco: all’8’ punizione del numero 10 giuliese Gaetani, il suo rasoterra supera la barriera, blocca Tavoni. Un buon avvio anche per la Jesina, tra tutte una ghiotta occasione al 10’ con la conclusione di Trudo deviata in angolo dalla difesa.

Al 13’ realizza per i locali Gaetani: su sviluppo di una buona azione corale, Rosefio tutto solo serve una palla davanti alla porta leoncella che Gaetani può appoggiare in rete. È 1-0.

Risponde subito la Jesina, che dopo appena 2 minuti realizza il gol del pareggio su calcio di punizione: Frulla appoggia e Trudo scaraventa in rete per l’1-1.

Giulianova ancora pericoloso con Rosefio che per poco non trova la testa di Nassi, la palla finisce sul fondo.
Al 30’ Carnevali tenta di beffare Falso da fuori area, il portiere giuliese si salva deviando in angolo.

I locali tornano in vantaggio quando al 34’ il direttore di gara indica il dischetto: Mariani viene atterrato ed è lo stesso a realizzare il rigore.

Ancora pronti a rispondere i leoncelli: è il solito Trudo ad impensierire la difesa giuliese, riceve palla in buona posizione ma salva ancora una volta Falso. Si cambia velocemente fronte ed è Mariani a ricevere un buono spunto laterale di Gaetano, ma la conclusione non va.

Protesta la Jesina per un atterramento di Traini in area, ma il direttore di gara lascia proseguire.

Al 40’ una punizione per la Jesina, se ne incarica Francia, la palla attraversa pericolosamente l’area piccola senza esito e si perde sul fondo. Un’altra occasione per la Jesina, stavolta ci prova Frulla e Falso smanaccia salvando la propria porta.

Non si salvano i padroni di casa al 45’, Tafani calcia un angolo, colpo di testa di Francia e si va al riposo sul 2-2.

Durante la pausa, la società giuliese ha consegnato una maglia e un mazzo di fiori al figlio di un tifoso scomparso di recente: Mauro Di Paolo, omaggiato dalla curva con uno striscione.

Si riprende con un cambio sulla formazione del Giulianova, Ciminà lascia il posto a Ursini. Nessun cambio invece per la Jesina. Il match riparte con l’accelleratore: al 5’ si rende pericoloso Gaetani, dopo un minuto girata acrobatica di Trudo, di poco manca l’appuntamento con il gol.

Al 19’ un calcio piazzato di Frulla, Falso intercetta. Ancora Frulla al 21’, la sua conclusione dai 25 metri trova la traversa, su lieve deviazione del portiere.

I padroni di casa tornano in vantaggio al 23’, su un’azione concitata in area leoncella: Calcina si fa rubare palla da Mariani, che punta la porta, perde palla, ma la difesa non riesce ad allontanare e a quel punto Mariani trova la giusta traiettoria e sigla il 3-2.

Da segnalare l’espulsione del tecnico del Giulianova Giorgini, subito dopo il gol, ripreso più volte dal fischietto rosa a fumare, la sigaretta del gol è stata fatale.

La Jesina non ci sta a perdere, guadagna 4 angoli consecutivi e una conclusione di Marini viene bloccata in due tempi. Al 41’ la Jesina guadagna una punizione da ottima posizione centrale, pallonetto di Francia a cercare il neo entrato Pierandrei, che mette in rete ma il direttore di gara annulla per fuorigioco. Ci riprova l’attaccante leoncello, ma il suo tiro è di poco a lato. Durante il recupero di 4' c'è tempo per un rosso diretto di Calcina, per fallo da ultimo uomo ai danni di Nassi.

Finisce così al comunale “Fadini”, gioiscono i padroni di casa, mentre mister Bacci, che ha seguito il match dalla tribuna, per via della squalifica, esprime tutto il rammarico per non aver portato a casa nemmeno un punto da una partita giocata su altissimi livelli. Ulteriore tegola per l'infermeria jesina, sul finale: Tafani deve lasciare il campo per un guaio muscolare.

GIULIANOVA: Falso, Testoni, Sciamanna, Censori, Ferrante, Ciminà (46' Ursini), Mariani, Esposito, Nassi, Gaetani (74' Raparo), Rosafio (85' Precchiazzi). A disposizione: Merlini, Simane, Recchiuti, Indelicato, Romano, Valdes. All. Giorgini

JESINA: Tavoni, Calcina, Marini, Frulla, Tafani (85' Sassaroli), Tombari, Trudo, Traini (77' Pierandrei), Francia, Carnevali (88' Ledesma). A disposizione Cornacchia, Gasparini, Ambrosi, Remedi, Lippo, Bastianelli. All. Ricci (in sostituzione di Francesco Bacci, che sta ancora scontando la squalifica inflitta dopo la partita contro al Samb).

RETI: 13' Gaetani, 15' Trudo, 34' Mariani (R), 45' Francia, 68' Mariani

Ammonizioni: Sciamanna, Mariani, ed Esposito per il Giulianova; Calcina, Frulla, Carnevali per la Jesina. Espulso Calcina

Spettatori: 475. Circa 80 i tifosi ospiti.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 09-11-2014 alle 19:05 sul giornale del 10 novembre 2014 - 793 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, Jesina, giulianova, serie d, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/abgD





logoEV
logoEV