SEI IN > VIVERE GIULIANOVA > ECONOMIA
pubbliredazionale

Come approfittare dei contributi regionali per l'internazionalizzazione

2' di lettura
786

In attesa dell’uscita del bando per l’area di crisi del Piceno, altre opportunità di finanziamento sono rese disponibili dalla Regione Marche alle imprese locali, grazie a Fondi Europei 2014-2020.

E’ il caso del bando per incentivare l’internazionalizzazione delle PMI in scadenza il prossimo 12 gennaio 2017 con un budget disponibile di circa 2 milioni e mezzo di euro.

Il bando prevede un contributo a fondo perduto del 50% e fino ad un massimo di 15.000 euro ad impresa per incentivare l‘acquisto di servizi a supporto dei processi di internazionalizzazione quali:

- consulenza specialistica,

- partecipazione ad iniziative e missioni economiche,

- partecipazione a fiere internazionali all’estero,

- attività di marketing internazionale,

- registrazione di marchi internazionali,

- siti web multilingue,

- etc.

Possono accedere alle agevolazioni le Imprese micro, piccole e medie, in forma singola o raggruppata sotto forma di: a) contratto di rete (con soggettività giuridica) o b) A.T.I. (Associazioni Temporanee di Imprese), nonché i Consorzio per l’internazionalizzazione di cui alla L. 134/2012 costituiti per almeno 4/5 da PMI marchigiane.

Le imprese debbono possedere i seguenti requisiti:

- avere sede legale o operativa nella Regione Marche;

- essere in regola con i pagamenti e gli adempimenti previdenziali e assicurativi;

- esercitare attività economica ammissibili ai sensi del presente bando: (Classificazione ISTAT ATECO 2007): SEZIONE C: divisione 10.7 e le divisioni dalla 13 alla 33, SEZIONE D: divisione 35, SEZIONE E: divisioni dalla 36 alla 39, SEZIONE F: divisioni dalla 41 alla 43, SEZIONE H: divisioni dalla 49 alla 53, SEZIONE J: divisioni dalla 58 alla 63, SEZIONE M: divisioni dalla 69 alla 75, SEZIONE N: divisione 79, SEZIONE Q: divisioni dalla 86 alla 88.

Inoltre le imprese che volessero realizzare programmi di internazionalizzazione più complessi possono accedere ai mutui agevolati e/o a tasso zero a valere sul Fondo Centrale di Garanzia del Mediocredito Centrale o erogati dalla Simest SpA (Società italiana per le imprese all'estero) fino ad Euro 2,5 milioni ad impresa.

La Fideas Srl di Offida è a disposizione delle imprese interessate: Tel. 0736/880843, E-mail: fideas@topnet.it.



Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 06-12-2016 alle 12:54 sul giornale del 07 dicembre 2016 - 786 letture