Emanata l'ordinanza per la prevenzione degli incendi

3' di lettura 28/05/2021 - Emanata una Ordinanza per la prevenzione degli incendi.

Fino al 30 settembre prossimo, è disposto il divieto di:

a) accendere fuochi, di ogni genere, in prossimità di terreni a coltura agraria o incolti, pascolo, aree boscate, erborate o cespugliate, di serbatoi di GPL e tubazioni di gas, lungo strade e in tutte le aree a rischio e in qualunque luogo che, per le sue caratteristiche, sia pericoloso per lo sviluppo di incendi;

b) far brillare mine o usare esplosivi;

c) usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli;

d) usare motori, fornelli o inceneritori o apparecchi che producano faville, brace, scintille o compiere ogni altra operazione che possa generale fiamma libera;

e) transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all'interno di aree boschive fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali;

f) nelle discariche private, procedere alla ricopertura dei rifiuti con materiale inerte e la combustione di rifiuti quali metodi di eliminazione degli stessi; eventuali incendi che dovessero comunque insorgere dovranno essere immediatamente spenti; durante il periodo di grave pericolosità per gli incendi boschivi, gli enti gestori provvederanno a creare intorno alle zone di discarica dei rifiuti una fascia di almeno 40 metri sgombra da sterpi, erbe secche o altro materiale infiammabile;

g) fumare, gettare fiammiferi, sigari e sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo di incendio.

Contestualmente ai singoli privati e agli enti pubblici e privati in qualità di:

- proprietari e/o conduttori di aree agricole non coltivate, di aree verdi urbane incolte, di

aree verdi industriali dismesse;

- detentori di fasce di rispetto di acquedotti, elettrodotti, linee ferroviarie e stradali;

- amministratori di stabili con annesse aree pertinenziali;

- proprietari di aree recanti depositi temporanei e/o permanenti all’aperto;

- gestori di cabine elettriche;

- proprietari di aree inedificate in genere;

- responsabili di cantieri edili e stradali;

si intima di:

a) procedere alla manutenzione delle aree, alla pulizia dei propri terreni mediante rimozione di ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l'incolumità e l'igiene pubblica, in particolar modo provvedendo alla rimozione di rifiuti, sterpaglie e quant' altro possa essere veicolo di incendio mantenendo condizioni tali da non accrescere il pericolo di incendi; tali interventi di pulizia dovranno essere effettuati entro e non oltre 15 giorni dalla pubblicazione dell’Ordinanza e, se necessario, ripetuti durante la stagione estiva;

b) provvedere, nei campi a confine con strada a realizzare una fascia parafuoco di protezione, di ampiezza non inferiore a 5 metri lineare, priva di vegetazione;

c) provvedere alla ripulitura delle specie erbacee ed arbustive nelle fasce di pertinenza delle cabine elettriche per un raggio non inferiore a 10 metri lineari;

d) provvedere a regolare le siepi, che non restringano la sede stradale e non danneggino il manto stradale;

e) provvedere a potare i rami delle piante che si protendono oltre il ciglio stradale esterno, al fine di garantire la visibilità, con particolare riguardo ai tratti in prossimità delle curve;

f) provvedere alla pulizia, per un raggio non inferiore a 5 metri, dell'area circostante i serbatoi di impianti esterni di combustibili liquidi;

Si invita ciascun cittadino, anche turista o gitante, a collaborare nelle attività di segnalazione ed intervento dando comunicazione immediata di eventuali incendi ad una delle seguenti autorità:

- Corpo Nazionale Dei Vigili Del Fuoco: Tel. 115 - Arma Carabinieri Forestali: Tel. 112 – 1515

- Sala Operativa Unificata Permanente Della Regione Abruzzo: Tel. 0862/311526

Numeri verdi: 800.861.016 – 800.860.146.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-05-2021 alle 20:02 sul giornale del 31 maggio 2021 - 146 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, teramo, comune di teramo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b41W





logoEV