Teramo: Polizia Locale scopre una attività illecita di piercing

2' di lettura 24/03/2022 - Il corpo di Polizia Locale ha scoperto e sanzionato una attività illecita organizzata in spregio delle più elementari norme di comportamento sociale ma soprattutto di quelle di carattere sanitario e normativo.

A seguito di una serie di specifiche verifiche, i vigili urbani hanno scoperto l'attività perpetrata da una ragazza all'interno della Villa Comunale, dove la stessa effettuava interventi di piercing, la pratica di forare alcune parti superficiali del corpo allo scopo di introdurre quale ornamento oggetti preziosi o in metallo, interessando, con una del tutto inadeguata tutela medica, varie parti quali ombelico, naso, bocca, orecchie. L'attività era praticata soprattutto su minori.

Gli agenti del N.O.A. (Nucleo Operativo Antidegrado), a seguito di specifiche segnalazioni, erano da tempo sulle tracce della ragazza, e hanno accertato direttamente l'attività, la cui conoscenza era alimentata in particolare tramite i social media. Di fatto, la giovane operava illegalmente, senza osservanza delle comuni norme autorizzative, igienico sanitarie e ignorando finanche il consenso informato sui rischi correlati alla salute.

Da quanto emerso dalle indagini, la ragazza operava sia in provincia di Teramo che in Provincia di Ascoli Piceno, sovente in parchi pubblici, utilizzando muretti, panchine o locali di fortuna. È anche possibile che i minori interessati all'intervento, riuscissero ad ottenere la prestazione senza il consenso informato dei propri genitori.

Pesanti le sanzioni. La legge regionale prevede 6.000 euro di multa ed il sequestro per confisca di attrezzature, merci e denaro.

Quanto rilevato dalla Polizia Locale di Teramo, che per il Comandante Franco Zaina manifesta una capacità professionale di spessore, si iscrive in un fenomeno di abusivismo in costante crescita che investe diversi analoghi settori: tatuatori, estetisti e parrucchieri, che il Comando di Polizia Locale intende perseguire con fermezza nell’ambito di un più ampio servizio di tutela della collettività.

Il sindaco Gianguido D’Alberto dichiara: “Voglio esprimere un ringraziamento al corpo di Polizia Locale che continua a mostrarsi sempre più anche come presidio di legalità nel territorio; la risposta che intendiamo dare a queste situazioni, come istituzione, non vuole essere solo sanzionatoria, perché in tal caso sarebbe priva di prospettiva, ma culturale, di aiuto e di sostegno che auspichiamo si integri con l’attività della scuola e della famiglia”.

L’Assessore Maurizio Verna: “Mi complimento per l’ennesima azione della Polizia Locale che continua ad adoperarsi con particolare efficacia e professionalità in una attività che si sviluppa, di fatto, a 360°: dal traffico alla gestione Covid, dalla tutela ambientale a quella, come in tal caso, della salute”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2022 alle 22:05 sul giornale del 26 marzo 2022 - 113 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, teramo, comune di teramo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cUQD





logoEV