SEI IN > VIVERE GIULIANOVA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sabato “Due cuori un tandem”: i coniugi Vanucci di Riccione arriveranno per raccontare la loro storia e sensibilizzare sulla donazione degli organi

1' di lettura
32

Farà tappa a Giulianova, sabato prossimo,  “Due cuori un tandem”, iniziativa di sensibilizzazione sulla donazione sostenuta da Aido (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, tessuti e cellule) e patrocinata dal Coni e dal Cip Emilia Romagna.

Attorno alle 17, arriveranno in piazza Fosse Ardeatine, in sella al loro tandem, i coniugi Maurizio e Giovanna Vanucci. La coppia, partita oggi da Riccione, percorrerà in venti giorni 1350 chilometri, toccando le città di Senigallia, Porto Recanati, Giulianova, Termoli, Gaeta, Sabaudia, Ostia, Cerveteri, Tarquinia, Orbetello e Grosseto. Il ritorno a Riccione è previsto per il 27 settembre, primo anniversario dell’ intervento grazie al quale è stato impiantato a Maurizio un rene sano, donato da Giovanna. La coppia si allena da febbraio per portare a termine un’impresa che consentirà di devolvere fondi all’ Aido e di dimostrare che il trapianto può, anzi deve, rappresentare il ritorno ad una vita normale, una vita insieme, appunto in tandem.
Una delegazione della Fiab di Giulianova attenderà la coppia sul lungomare Zara Nord, all’uscita del ponte di legno sul Salinello, per scortarla al centro del Lido. In piazza Fosse Ardeatine ci saranno il Vice Sindaco Lidia Albani, la dottoressa della Asl di Teramo Santa De Remigis, coordinatrice aziendale per la donazione di organi e tessuti, i Presidenti regionale e provinciale di Aido, rispettivamente Antonio Di Nunzio e Marzia Minervini, il consigliere nazionale Nicola Alessandrini.
La cittadinanza è invitata ad intervenire e ad accogliere calorosamente Maurizio e Giovanna, che racconteranno la loro storia, dando una tangibile testimonianza di generosità, umanità e determinazione.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2023 alle 16:21 sul giornale del 09 settembre 2023 - 32 letture






qrcode