SEI IN > VIVERE GIULIANOVA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Distrutta la spiaggia della Riserva Borsacchio, danni per migliaia di euro

2' di lettura
66

Sabato i volontari delle Guide del Borsacchio nel consueto monitoraggio hanno trovato per l'ennesima volta un disastro. Sono stati distrutti i 2 km del progetto area del Fratino e delle Dune, predisposto con delibera 56 del 2\3\20 per salvare le specie protette sul tratto costiero, mitigare effetti dell'erosione e portare segnali informativi ai fruitori della RIserva Borsacchio.

Un progetto che non ha avuto oneri per il comune, pagato , realizzato e mantenuto da anni grazie alle donazioni dei cittadini e con fondi dell'associazione. Grazie a questo progetto le prime aree di intervento hanno visto un ottimo risultato nel mitigare l'erosione lasciando a frequentatori la porzione più ampia di arenile. Grazie a questo progetto la spiaggia della Riserva è fra le prime in Abruzzo per la Riproduzione del Fratino e sempre grazie a questo impegno ed al monitoraggio costante il nido di tartaruga è stato censito ed individuato il primo giorno di deposizione, per la prima volta in Abruzzo.

Fra la notte di Venerdì e la mattina di Sabato purtroppo è tornato il criminale che devasta sistematicamente cartelli e delimitazioni. Distrutti decine di pali e cartelli informativi, divelte e rubate centinaia di metri di corda. Un danno di diverse migliaia di euro. Il tutto a ridosso della riapertura della stagione della riproduzione delle specie che parte fra gli ultimi giorni di febbraio ed i primi di marzo. Ormai riconosciamo le impronte delle scarpe lasciate dal criminale ed abbiamo denunciato decine di volte. Un vile, un codardo, un criminale che agisce contro la natura e contro il bene comune.

Abbiamo inviato denuncia alle autorità per l'ennesima volta e cercheremo di ripristinare. Domenica 11 Febbraio alle 15.00 partiremo a sistemare quel che possiamo e invitiamo tutti ad aiutarci venendo in via Makarska alla Rotonda Nord dove sono presenti i Villaggi e Camping. Da li entreremo in riserva con carriole pale e quel che rimedieremo. Cercheremo di arrangiarci con quel che abbiamo ma è impensabile ora di acquistare migliaia di euro di pali, cartelli e corde. Stimiamo in 4 anni con oltre 32 atti vandalici denunciati danni per 12.000 euro. Un atto vile che colpisce e mette ancora più in pericolo la natura della RIserva che mai come ora è in pericolo dopo il recente taglio\cancellazione dell'area. Ogni volta è difficile trovare la forza di ripartire. Ogni volta non sappiamo nemmeno come affrontare tutto. CI sentiamo soli, impotenti. Lanciamo un grido di aiuto agli enti, alle forze dell'ordine , ai cittadini. Fermiamo il criminale o perderemo anche il tratto costiero della RIserva Borsacchio.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2024 alle 12:11 sul giornale del 12 febbraio 2024 - 66 letture






qrcode